PROFILI: RAFFAELE BIANCOLINO

Raffaele Biancolino  è stato uno dei più forti centravanti che abbia avuto l'Angolana in serie D. Voluto fortemente dal presidente Nicola Petruzzi che ne aveva intuito le doti quando lo vide giocare nell'Anagni, destò al suo arrivo diverse  perplessità in alcuni sostenitori nerazzurri impressionati dalla sua ragguardevole stazza. Il presidente Petruzzi rassicurò tutti e disse che nonostante i chili di troppo, Biancolino avrebbe fatto un mucchio di goals. E così fu. In campo era una forza della natura, era molto difficile marcarlo e una volta che entrava in possesso del pallone lasciava partire autentiche cannonate con il sinistro e anche di testa si faceva valere nonostante una non eccelsa elevazione. In pratica nelle migliori giornate gli avversari dovevano sperare solo che non centrasse la porta. Nelle ultime giornate di campionato le marcature furono particolarmente dure ed attente su Biancolino che non protetto adeguatemente dagli arbitri smarrì la via della rete e questo costò caro all'Angolana che fallì la promozione in C 2 nelle ultime tre giornate. In nerazzurro giocò 31 partite con 19 reti.